skip to Main Content
Tagliacapelli: Ecco Come Trovare Quello Giusto Per Le Tue Esigenze

Tagliacapelli: ecco come trovare quello giusto per le tue esigenze

L’uomo moderno si sa, è sempre più informato ed appassionato circa la cura del proprio corpo e del proprio aspetto fisico.

La barba ed i capelli non possono essere esenti da quest’amor proprio, infatti sempre più uomini decidono di andare dal parrucchiere almeno una volta ogni due settimane, se non anche meno, per curare il proprio look.

Non sempre però è possibile andare con frequenza dal parrucchiere, e, nei casi di tagli molto semplici è possibile avere un buon regolacapelli a casa, che possa svolgere in maniera veloce ed “economica” questo processo.

E tutto è molto più semplice se seguirai questi consigli di www.ilgentiluomo.it che ti aiuterà nella scelta.

Quali sono le migliori marche di tagliacapelli?

Esistono diverse marche, tra le quali puoi stilare una lista e scegliere quale regolacapelli è ideale per la lunghezza di capelli che desideri o anche della sensibilità della tua pelle.

Per esempio tra le migliori marche presenti in circolazione come regolacapelli possiamo trovare:

  • Philips
  • Babyliss
  • Wahl
  • Panasonic
  • Moser

Queste sono tutte ottime azienda, ma come sempre la scelta ricade sulle tue preferenze. Se stai cercando un regolacapelli professionale, per ottenere dei tagli molto simili a quelli del tuo parrucchiere di fiducia, allora il mio consiglio è di scegliere la Wahl o la Babyliss, in quanto utilizzano materiali e motori di estrema efficacia e potenza.

Mentre le altre marche sono altrettanto valide ed anche costose, tuttavia ti permettono di ottenere buoni tagli, ma non delle sfumature, o dei tagli moda come quelli che potresti scegliere dal tuo barbiere.

Dunque non si tratta soltanto di comprare un regolacapelli economico, ma di trovare il giusto compromesso tra prezzo e convenienza per i propri bisogni.

Tagliacapelli per avere un effetto scalpo: quali sono?

Se invece hai problemi di alopecia androgenetica e affini, ti capisco, avere una testa ben rasata diventa una prerogativa giornaliera dalla quale non si può e non si deve fare a meno.

L’importante è scegliere un regolacapelli che abbia un opzione minima di rasatura di 0.5-0.8 mm, in modo tale da assicurarti un taglio molto corto, quasi a pelle, simile a quello della lametta.

Sono al corrente che radersi quasi tre volte a settimana la testa è un’ulteriore impegno, oltre a quello della rasatura della barba, ma sono sicuro che con una Wahl Balding ad esempio, radere i tuoi capelli diventerà un piacere. In quanto ha una potenza il motore di circa 5.000 giri al minuto, un vero e proprio uragano per i capelli.

Fascia di prezzo tagliacapelli

I regolacapelli hanno dei prezzi abbastanza omogenei, con degli scarti di cento euro tra il prodotto meno costoso e quello più costoso. Un regolacapelli molto basilare costa intorno ai 25-30 euro, di una discreta fattura e con un taglio abbastanza efficace. Tra i più costosi ci aggiriamo sul centinaio di euro, con delle punte sui 150-200 per quanto riguarda gli ultimi modelli della Babyliss o della Wahl.

Ma queste aziende, a parte esigenze davvero specifiche, parlo di quelle professionali, sono leggermente “troppo” se l’utilizzo è solamente quello di radere la testa o effettuare un taglio semplice.

Tagliacapelli: cosa dovresti controllare prima di acquistarne uno

Acquistare un regolacapelli può essere una spesa anche cospicua, dunque per rientrare nelle spese occorre sempre valutare alcuni parametri, quali:

  • Utilizzo che ne andrai a fare: se sporadico, una rasatura al mese e qualche accorciata alla barba, oppure frequente, per radere la testa o utilizzarlo su altre persone (clienti)
  • Potenza del motore: motori più performanti tendono a catturare maggiori quantità di capelli, ma anche a surriscaldarsi più spesso. Scegli sempre dei prodotti di aziende con alle spalle un rapporto con i clienti buono, quali quelle sopracitate
  • Materiali di costruzione: solitamente la scocca che racchiude il motore è realizzata in una tipologia di plastica molto dura, ma le migliori sono realizzate in alluminio cromato: in questo modo assicurano anche un’isolamento termico della macchinetta dal motore.
  • Pettini in dotazione: come ogni regolacapelli che si rispetti ci sono dei pettini in dotazione che arrivo e che permettono di ottenere i vari “gradini” ossia le differenze dal taglio più lungo e più corto che non dovrebbero mai vedersi in un taglio ben eseguito.

In conclusione

Ogni regolacapelli ha le proprie misurazioni di taglio, solitamente da un minimo di 0.8 mm ad un’apertura massima della lametta di circa 3 mm. Non sempre però questi soddisfano le nostre necessità dunque dobbiamo sempre prestare attenzione nella scelta del regolacapelli, dato che se facciamo pasticci ai nostri capelli, ci toccherà indossare un bel cappellino che copra ben bene la testa, e con questo caldo, chi ne avrebbe voglia davvero?

L'articolo ti è stato utile?

[Voti: 4    Media Voto: 5/5]

BARBERIA TOSCANA

L'arte italiana della rasatura

Tradizione ed innovazione nella cura dell'Uomo per conferire dignità di rito quotidiano alla rasatura, arricchendolo di prodotti ad hoc.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top